Approfondimenti: Il crowdfunding, come farsi finanziare la pubblicazione di un libro

Standard

Il crowdfunding: come farsi finanziare la pubblicazione di un libro

Il crowdfunding (o finanziamento collettivo) è uno strumento che, in tutto il mondo e non solo nell’ambito culturale, si è diffuso e ha preso piede negli ultimi anni con molta rapidità. Nel mondo editoriale il crowdfunding ha trovato uno dei suoi terreni di elezione, anche perché con molta probabilità questo strumento ha attecchito su pratiche preesistenti. In un certo senso potremmo sostenere che con lo strumento della prevendita il crowdfunding esistesse già.

Come funziona il crowdfunding?
Un autore descrive il proprio progetto editoriale, con una descrizione scritta e (ancora meglio) con un video, racconta il proprio libro, la propria idea. Obiettivo: chiedere ai propri futuri lettori di “sottoscrivere” il progetto, con una somma che può essere anche simbolica, non sempre equivalente a quello che sarà il costo del libro, ma che a volte può essere anche superiore.

Esistono diverse piattaforme che consentono di iscrivere un proprio progetto. Molto importante è la descrizione del tipo di progetto che si ha in mente: la descrizione deve trasmettere l’importanza e allo stesso tempo la novità del progetto, per convincere eventuali sottoscrittori a prendervi parte con il pagamento di una quota. Le piattaforme solitamente consentono all’autore di fare dei regali aggiuntivi, vere e proprie ricompense, a seconda della cifra che viene investita. Sono diversi gli editori, oggi, che per alcuni dei loro progetti editoriali, o per tutti, utilizzano il crowdfunding.

Il crowdfunding potrebbe essere lo strumento ideale per un autore, non tanto perché gli consentirebbe di potere pubblicare il proprio libro in self-publishing, quanto perché consente all’autore di apprezzare, ad esempio, il numero dei propri potenziali, e a volte iniziali, lettori. Un banco di prova con cui prima o poi dovrà fare i conti.

Anche se oggi è facile progettare il crowdfunding del proprio libro, esistono tuttavia alcuni accorgimenti di cui si deve tenere conto. Alcune piattaforme, ad esempio, suggeriscono di proporre il sostegno del progetto senza che ciò si traduca in una mera prevendita del libro.

L’autore può scegliere come comportarsi, anche perché un libro è sempre (nella maggior parte dei casi) un’opera d’arte scritta da un autore, e non un progetto. Ciò vuol dire che il fine del crowdfunding di un libro consiste, per l’appunto, nella realizzazione di un libro che poi andrà venduto.

Tra le diverse piattaforme di crowdfunding disponibili in rete, segnaliamo Produzioni dal Basso
(https://www.produzionidalbasso.com/), la prima piattaforma di crowdfunding italiana, e Ulule: (https://it.ulule.com/) tra i più importanti nel panorama del crowdfunding europeo.

Altre piattaforme italiane di crowdfunding sono disponibili qui:
http://italiancrowdfunding.it/piattaforme-crowdfunding-italia/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.