Il libro del giorno: ​ “Lasiuly Moore” di Marco Radice, Chiara Zamariola (Phasar Edizioni)

Standard

“Lasiuly Moore” di Marco Radice, Chiara Zamariola (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/lasiuly-moore


Guardate dove non avete mai guardato, guardate dove gli altri non guardano.

Giovane, bella, magnetica, Lasiuly con i suoi corsi di formazione a Manhattan ha conquistato decine di manager rassegnati a muoversi sotto la spada di Damocle degli obiettivi e della crisi globale.
Attinge a piene mani da Daniel Goleman, celebre psicologo e scrittore statunitense che per primo ha coniato l’espressione “intelligenza emotiva”. Certo la sua arte oratoria aiuta ma c’è qualcosa che viene prima e va oltre le parole: è nei suoi occhi, nelle sue movenze, nel braccialetto di filo rosso che la sua più cara amica Virginia le ha allacciato al polso quel 27 settembre.
Trainer di successo, ha una missione da compiere: è giunto il momento, il momento di raccontarsi davvero. Anche senza parole, non più scrivendo le sue idee e tracciando i suoi disegni sugli amati taccuini, bacino dal quale pescare motivi e direzioni, sapienza tascabile, memoria, riserva di ossigeno. Bisogna compiere il percorso che le parole evocano, trasformare i progetti in realtà.
In punta di piedi le cose accadono, se lo vuoi veramente. Questa è l’immensa verità di Lasiuly.
Una verità che finalmente arriva in passerella, acclamata da un pubblico che attende una svolta. Non è una moda, non è stile, è vita. Le gocce di cristallo e le stelline di Lasiuly sono un’occasione, la forza di inventarsi una meravigliosa vita su misura. Le sue creazioni sono la magia delle emozioni e dell’ottimismo.
Lasiuly Moore è una donna, una favola, una lezione. Esiste, in milioni di donne, in milioni di sogni. Si può incontrare a Primrose Hill a Londra nelle giornate di pioggia, sulla spiaggia di Long Beach a Los Angeles, nel suo showroom di Milano. Nell’aria, nell’aria in cui sono scritti quelli che Lasiuly chiama bi-sogni.
Scegliere di essere Lasiuly vuol dire orientare il proprio destino e godere dei benefici influssi dell’alba che sveglia ogni notte.


Marco Radice
Manager in una multinazionale americana, impegnato praticamente ventiquattr’ore su ventiquattro, ha fatto di necessità virtù unendo vita lavorativa e vita privata.
Nessuna Confort Zone: concreto, ispirato dalla strategia del Blue Ocean, è in continua esplorazione tra nuove sfide, nuove emozioni.
Conosce l’arte di far accadere le cose, è determinato nel raggiungimento degli obiettivi e miete ottimi risultati.
Per business è spesso in viaggio, in particolare negli USA.
Adora Manhattan, soprattutto a dicembre, quando, in un arcobaleno di luci, in Rockefeller Center viene addobbato il maestoso Christmas Tree, l’albero dei Sogni. C’è stato molte volte, a Manhattan; quando ne parla basta osservarlo per notare che “da Manhattan non è mai andato via”.
E così, sotto un cielo di stelle, spicca il volo il suo romantico pensiero positivo e creativo.


Chiara Zamariola
Manager in una multinazionale europea, lavora con passione e una forte attitudine al miglioramento, investendo volentieri il tempo in corsi formativi.
Ha grande capacità di ascolto, le piace osservare le persone “senza occhiali” e studiarne i comportamenti. Il suo lavoro la porta anche all’estero dove va molto volentieri, curiosa e felice di nuove esperienze, umane e lavorative.
Nella sua borsetta non mancano mai Glitter e Sogni. Glitter che fanno brillare la vita, Sogni che puntualmente diventano realtà. Ama riconoscere la lettera maiuscola a ciò che la fa sorridere.
Adora la sua Londra, appena le è possibile prende un volo per passarvi qualche giorno.
Alcune notti trova il tempo di giocare con le sue mille matite colorate e tutto può accadere…

www.lasiuly.com

“Lasiuly Moore” di Marco Radice, Chiara Zamariola (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/lasiuly-moore

Prezzo: 12,00, ISBN: 978-88-6358-445-5, PAGINE: 170, Anno pubblicazione: 2017, Genere: Narrativa

Visita il sito dell’autore
http://www.lasiuly.com/

Scarica l’anteprima del libro in formato PDF
http://www.phasar.net/docs/estratto_lasiuly_moore.pdf

§§§

Phasar Edizioni
http://www.phasar.net

Clicca su MI PIACE per ricevere i nostri aggiornamenti quotidiani su

Facebook https://www.facebook.com/Phasar.Edizioni.Book.On.Demand

Seguici su Twitter http://twitter.com/phasar_edizioni

e sul nostro blog: https://phasaredizioni.wordpress.com

§§§

Contatti per le librerie interessate a ordinare i libri di Phasar Edizioni
Libro Co Italia (distributore) – Tel. 055 – 82.29.414
FastBook (grossista) – Tel. 02 – 89.45.14.04

Annunci

Il libro del giorno: ​”I maestri del Meiji” di Costanza Brogi (Phasar Edizioni)

Standard

​”I maestri del Meiji” di Costanza Brogi (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/i-maestri-del-meiji

Chi erano Karakusa Gonta, Horiiwa, Horikane, il leggendario Horiuno e i loro contemporanei?
Possiamo ammirare i vecchi Horimono ma poco sappiamo su chi fossero gli autori di lavori così raffinati, che tanto hanno affascinato gli stranieri che si affacciavano sul Giappone di fine ’800.
Il libro accompagna il lettore a conoscere questi maestri e il contesto in cui vivevano.

Costanza Brogi vive nel Valdarno, tra Arezzo e Firenze.
La passione per il Giappone e gli aspetti che riguardano la sua cultura, insieme a quella per i tatuaggi, l’ha portata a interessarsi molto all’horimono, il tatuaggio giapponese tradizionale, in tutte le sue forme. Ha cominciato così a studiare la sua storia, integrandola con quella del Giappone, e a disegnarne i soggetti.

Continua costantemente a studiare il Nihongo – la lingua giapponese – e a far ricerche sulla cultura e la storia del Giappone, soprattutto quello tradizionale, e su tutto quanto è legato al mondo dell’horimono. Ha pubblicato Il Fiore nell’Ombra. Percorsi attraverso il tatuaggio tradizionale giapponese (Phasar 2016) e scrive articoli per Tatuatori.com.

“I maestri del Meiji” di Costanza Brogi (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/i-maestri-del-meiji
Prezzo: 19,00, ISBN: 978-88-6358-444-8, PAGINE: 132, Anno pubblicazione: 2017, Genere: Saggistica

Scarica l’anteprima del libro in formato PDF
http://www.phasar.net/docs/estratto_i_maestri_del_meiji.pdf

§§§

Phasar Edizioni
http://www.phasar.net

Clicca su MI PIACE per ricevere i nostri aggiornamenti quotidiani su

Facebook https://www.facebook.com/Phasar.Edizioni.Book.On.Demand

Seguici su Twitter http://twitter.com/phasar_edizioni

e sul nostro blog: https://phasaredizioni.wordpress.com

§§§

Contatti per le librerie interessate a ordinare i libri di Phasar Edizioni
Libro Co Italia (distributore) – Tel. 055 – 82.29.414
FastBook (grossista) – Tel. 02 – 89.45.14.04

Il libro del giorno: ​ “La tua band è una start up. Quando fare musica significa fare impresa” di Thomas Brownlees (Phasar Edizioni)

Standard


“La tua band è una start up. Quando fare musica significa fare impresa” di Thomas Brownlees​ (Phasar Edizioni)​

http://www.phasar.net/catalogo/libro/la-tua-band-e-una-start-up-musica-fare-impresa

Thomas Brownlees, esperto di consulenza e music business, raccoglie in questo libro informazioni pratiche e considerazioni di buon senso per aiutare i musicisti emergenti a sviluppare la propria carriera artistica. Il libro si pone l’obiettivo di confrontare i progetti nel settore discografico con le aziende in fase di avviamento per sottolineare le opportunità e i rischi associati all’imprenditoria delle arti.

Da che parte iniziare?

Tutto ciò che non sai verrà usato contro di te

Non puoi vivere né con né senza di loro: i professionisti del settore

Rendi il tuo concerto un’esperienza

Qualche elemento di Marketing e Comunicazione

Thomas Brownlees è un manager che si occupa di consulenza nel settore start up.
È laureato in diritto d’autore e specializzato in management strategico. Nel 2016 crea 440 Industries, un progetto dedicato al music business nel quale affronta tematiche legate all’imprenditoria giovanile e agli artisti emergenti. Facendo tesoro delle sue esperienze di insegnamento presso prestigiose istituzioni accademiche, scrive questo libro per condividere l’esperienza sul campo con altri giovani imprenditori della musica.

“La tua band è una start up. Quando fare musica significa fare impresa” di Thomas Brownlees
http://www.phasar.net/catalogo/libro/la-tua-band-e-una-start-up-musica-fare-impresa

Prezzo: 12,00, Prezzo ebook: 3,99, ISBN: 978-88-6358-450-9, PAGINE: 96, Anno pubblicazione: 2017, Genere: Musica

Scarica l’anteprima del libro in formato PDF
http://www.phasar.net/docs/Estratto_La_tua_band_e_una_start_up.pdf

§§§

Phasar Edizioni
http://www.phasar.net

Clicca su MI PIACE per ricevere i nostri aggiornamenti quotidiani su

Facebook https://www.facebook.com/Phasar.Edizioni.Book.On.Demand

Seguici su Twitter http://twitter.com/phasar_edizioni

e sul nostro blog: https://phasaredizioni.wordpress.com

§§§

Contatti per le librerie interessate a ordinare i libri di Phasar Edizioni
Libro Co Italia (distributore) – Tel. 055 – 82.29.414
FastBook (grossista) – Tel. 02 – 89.45.14.04

Il libro del giorno: “L’estate di San Martino” di Gaia Baracetti (Phasar Edizioni)

Standard

“L’estate di San Martino” di Gaia Baracetti (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/lestate-di-san-martino

“siamo sopravvissuti a nebbie che spostavano strade
a frecce avvelenate, scoppi e spade
a inverni eterni e estati brade
a domeniche di pioggia
e maggi in cui scoprivamo
di stare ancora male

non fratelli
ma figli della stessa madre
sotto un solo mantello
e dalle sue mammelle vino
questa nostra nuova stagione si chiama
l’estate di San Martino.”

Gaia Baracetti è una scrittrice e poetessa udinese.
Con Phasar ha pubblicato anche: “Dove si sta bene” (2010); “La fuga e l’addio” (2011); “La metafora dell’acqua” (2011); “Che male c’è” (2013); “La vedovanza” (2014)

Tutte le opere dell’autrice sono visibili qui:
www.phasar.net/catalogo/autore/baracetti-gaia

Sito personale dell’autrice:
http://gaiabaracetti.wordpress.com

“L’estate di San Martino” di Gaia Baracetti (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/lestate-di-san-martino
Prezzo: 10,00, ISBN: 978-88-6358-447-9, PAGINE: 42, Anno pubblicazione: 2017, Genere: Letteratura e Poesia

Visita il sito dell’autore
http://gaiabaracetti.wordpress.com

§§§

Phasar Edizioni
http://www.phasar.net

Clicca su MI PIACE per ricevere i nostri aggiornamenti quotidiani su

Facebook https://www.facebook.com/Phasar.Edizioni.Book.On.Demand

Seguici su Twitter http://twitter.com/phasar_edizioni

e sul nostro blog: https://phasaredizioni.wordpress.com

§§§

Contatti per le librerie interessate a ordinare i libri di Phasar Edizioni
Libro Co Italia (distributore) – Tel. 055 – 82.29.414
FastBook (grossista) – Tel. 02 – 89.45.14.04

Il libro del giorno: ​​”Al pub dei sognatori” di Gloria Stella (Phasar Edizioni)

Standard

​​​“Al pub dei sognatori” di Gloria Stella (Phasar Edizioni)


Asia è una ragazza che si pone molte domande. E le risposte che trova non le bastano. Così, a un passo dalla laurea, decide di affrontare la realtà.

In una cassaforte a forma di cuore ha conservato per anni il denaro necessario per compiere, un giorno, il viaggio che ha desiderato fin da bambina.

Quel giorno è arrivato. Lascia a casa gli esami, il lavoro, gli amici, e i dolori di amori persi.
E si lancia nel vuoto della scoperta. Direzione: New York.


“Al pub dei sognatori” di Gloria Stella (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/al-pub-dei-sognatori
Prezzo: 10,00, ISBN: 978-88-6358-443-1, PAGINE: 74, Anno pubblicazione: 2017, Genere: Narrativa


Scarica l’anteprima del libro in formato PDF
http://www.phasar.net/docs/Estratto_Al_pub_dei_sognatori.pdf

§§§

Phasar Edizioni
http://www.phasar.net

Clicca su MI PIACE per ricevere i nostri aggiornamenti quotidiani su

Facebook https://www.facebook.com/Phasar.Edizioni.Book.On.Demand

Seguici su Twitter http://twitter.com/phasar_edizioni

e sul nostro blog: https://phasaredizioni.wordpress.com

§§§

Contatti per le librerie interessate a ordinare i libri di Phasar Edizioni
Libro Co Italia (distributore) – Tel. 055 – 82.29.414
FastBook (grossista) – Tel. 02 – 89.45.14.04

Il libro del giorno: “Spanglish. Spagnolo e inglese negli Stati Uniti d’America.” di Elena Vigni (Phasar Edizioni)

Standard

​”Spanglish. Spagnolo e inglese negli Stati Uniti d’America.” di Elena Vigni (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/spanglish-spagnolo-e-inglese-negli-stati-uniti-damerica

Negli Stati Uniti d’America gli ispanici costituiscono una minoranza ampia ed eterogenea che resiste ad abbracciare l’inglese come unica lingua, che cerca di mantenersi bilingue, conservando la propria identità e costituendo una nazione dentro ad un’altra nazione; tutto questo è ciò che genera il fenomeno dello Spanglish: libera fusione, implosione, distorsione tra l’inglese e il castellano, espressione di una identità ‘col trattino’.

Per i 35 milioni di ispanici che vivono negli Stati Uniti lo spagnolo racchiude in sé un legame con il passato così come l’inglese rappresenta una proiezione nel futuro nella società americana.
In questa realtà linguistica promiscua nasce lo Spanglish quale connubio di inglese e spagnolo (SPANish-enGLISH), incontro-scontro tra due lingue, che si sta convertendo in varietà linguistica dotata di una propria autonomia.
Il libro prende in esame la varietà di Spanglish specifica di Miami, analizzando episodi linguistici tratti da interviste guidate e da conversazioni informali tali da creare un corpus di materiale linguistico autentico.

“Spanglish. Spagnolo e inglese negli Stati Uniti d’America.” di Elena Vigni (Phasar Edizioni)
http://www.phasar.net/catalogo/libro/spanglish-spagnolo-e-inglese-negli-stati-uniti-damerica
Prezzo: 16,00, ISBN: 978-88-6358-458-5, PAGINE: 268, Anno pubblicazione: 2017, Genere: Linguistica, dizionari e ricerche storiche

§§§

Phasar Edizioni
http://www.phasar.net

Clicca su MI PIACE per ricevere i nostri aggiornamenti quotidiani su

Facebook https://www.facebook.com/Phasar.Edizioni.Book.On.Demand

Seguici su Twitter http://twitter.com/phasar_edizioni

e sul nostro blog: https://phasaredizioni.wordpress.com

§§§

Contatti per le librerie interessate a ordinare i libri di Phasar Edizioni
Libro Co Italia (distributore) – Tel. 055 – 82.29.414
FastBook (grossista) – Tel. 02 – 89.45.14.04​

Speciale “Un’aquila nella notte”: cinque domande a Flavio Bulgarelli

Standard

Abbiamo scambiato qualche battuta con Flavio Bulgarelli, autore del romanzo “Un’aquila nella notte” (Phasar Edizioni), l’occasione è stata propizia per entrare nei meccanismi della scrittura e nei retroscena dell’opera di un autore che ha al suo attivo diversi romanzi, e che ha fatto della comunicazione e dei suoi molteplici segreti, una ragione di vita e di professionalità.

Approdato per vocazione giovanile al giornalismo, e a seguire alla pubblicità, unitamente a un’appassionata presenza in campo musicale, Flavio Bulgarelli, modenese di nascita e milanese di adozione, nella collana “I libri del sorriso” raccoglie quanto è riuscito a esprimere lungo gli anni in termini di narrativa. Nelle sue opere, pur nelle ambientazioni più diverse e nelle situazioni più difficili, vi si può riconoscere una vena umoristica e umanistica che ne accompagna la lettura. Caratteristica che, in fondo, ha caratterizzato (almeno finora) la vita dell’autore.

Flavio Bulgarelli ha cominciato a scrivere sulla Gazzetta di Modena a sedici anni; è stato per vent’anni in forza alla Direzione Comunicazioni IBM Italia; per altri venti, nel suo Studio di giornalismo promozionale, ha scritto di tutto e pubblicato otto romanzi con vari editori e su Amazon.

Ha frequentato il Corso biennale al Centro Italiano di Giornalismo di Milano. Tra i docenti di Tecnica Redazionale figuravano: Oriana Fallaci, Gianfranco Vené e altri giornalisti del settimanale l’Europeo.

“Un’aquila nella notte”, appena uscito per Phasar Edizioni, trova la sua ambientazione negli scenari della Grande Guerra; il romanzo è corredato infatti da una sezione fotografica e da una nutrita bibliografia. Per la sua stesura sono state sicuramente coinvolte diverse persone, alcune delle quali compaiono anche nei ringraziamenti. Quanto tempo ci è voluto per raccogliere tutte queste informazioni e scrivere la stesura del romanzo?

Circa un anno. Ma senza l’assistenza di esperti del ramo aeronautico e di etica militare non so se sarei riuscito a finirlo. Mi ha aiutato anche il fatto che, fin da ragazzo, ho sempre amato il volo; tant’è che non appena ho potuto ho frequentato un corso di volo su deltaplani e in seguito su alianti.

Uno scrittore lavora spesso su un progetto, un’idea che ha in mente, per la quale colleziona tutti gli elementi che trova utili e necessari per approfondirla, mescolando l’ispirazione alla vicenda. Ci sono cose che ha scoperto, durante la scrittura di “Un’aquila nella notte”, che non si aspettava? Studiando i testi e gli archivi, relativamente alla Grande Guerra, ha fatto delle scoperte, ha qualche aneddoto da raccontarci?

L’idea che avevo in mente era una lontana parente di ciò che ne è uscito. Pur sempre in ambito Grande Guerra, era incentrata su un ultimo, disperato attacco al forte Belvedere – roccaforte austriaca nell’Altopiano dei Sette Comuni in Trentino – da parte dei nostri Arditi che, davanti a quelle mura, morivano a centinaia inutilmente.

A dar man forte ai nostri soldati sarebbe intervenuta una squadriglia di biplani caccia-bombardieri mai prima utilizzati per azioni del genere in alta quota nonché un commando di alpini assaltatori.

Niente di meglio della biblioteca comunale di Levico Terme per trovare materiale su cui basarmi.

Sennonché, consultando testi e rovistando tra gli archivi, mi sono ritrovato tra le mani una storia vera che, come si suol dire, fu amore a prima vista. Aveva dell’incredibile: un nostro pilota di idrovolanti, nottetempo, col favore della luna, era stato comandato a trasportare nostri agenti al di là del Piave ammarando in laghetti nascosti tra le montagne del Trentino.

E gli aerei di allora, in quanto a strumentazione di bordo, non andavano molto oltre una bussola e un altimetro. Il bello è che se l’è sempre cavata e ha portato a compimento numerose missioni. Alla fine del conflitto, non sapendo più quali altre medaglie conferirgli, fu nominato Conte di Villaviera.

I personaggi nel romanzo sono molti, e i dialoghi sono capaci di attualizzare l’ambientazione storica, senza che le nozioni e gli eventi realmente accaduti, mescolandosi a quelli inventati, appesantiscano la narrazione. Oltre ai personaggi storici realmente vissuti, quanta ispirazione “contemporanea” c’è nel suo romanzo? Quali sono i suoi autori preferiti?

I personaggi non potevano essere che numerosi, stante l’ampiezza del teatro degli avvenimenti e, inoltre, a guardar bene, la storia è una doppia storia che si sviluppa ed evolve su due distinte realtà in parallelo.

È soprattutto puntando sull’attualizzazione del dialogo tra militari (a quei tempi i capi se la tiravano di brutto verso i sottoposti) che ho cercato di avvicinare la vicenda al presente. Il fatto è che io stesso faccio del mio meglio per mantenermi quanto più possibile contemporaneo…

Per i dialoghi ogni tanto rileggo ancora il vecchio Hemingway. Da Ken Follett c’è sempre molto da imparare. Wilbur Smith è insuperabile. Peccato che, a mio modesto avviso, la sua narrativa distrugga sempre ciò che di bello ha creato: personaggi, patrimoni e quant’altro.

Considero la Fallaci forse il “miglior giornalista-scrittore” di cui possiamo vantarci. Beh, poi Umberto Eco, Luciano De Crescenzo, mio ex collega in IBM… direi che basta così.

Eugenio Casagrande potrebbe essere ascritto al novero di coloro che compirono la propria missione, in modo eroicamente “scientifico”, con valore e cognizione di causa: infatti le missioni di cui si è reso protagonista hanno permesso non solo di infoltire le fila delle nostre quinte colonne ma anche di portare in salvo informatori italiani da oltre confine. Esistono altre figure, meno note, in cui si è imbattuto nella stesura del romanzo?

Solo molto più giustamente note: Armando Diaz e Vittorio Emanuele Orlando, che hanno saputo risollevare l’Italia dal baratro di Caporetto.

“Un’aquila nella notte” è il suo nono romanzo, considerata anche la traduzione in inglese dello stesso. È al lavoro, attualmente, su altri progetti?

La Phasar dovrebbe pubblicare a breve “Sulle ali del tempo”, il mio ultimo lavoro, che oso definire sperimentale. Nei panni dell’autore mi piace pensare che Lapo Ferrarese sia un editore che sa il fatto suo; piuttosto che, più semplicemente, ami rischiare.