10 Dicembre 2015 – Sala Gran Guardia – Comune di Portoferraio – “ZELIA TONETTI poetessa elbana femminista ante litteram”

Standard

LOCANDINA 10 Dicembre definitivaIl Soroptimist International Club Isola d’Elba
presenta

“ZELIA TONETTI
poetessa elbana
femminista ante litteram

10 DICEMBRE 2015 – ORE 17.00
Sala Gran Guardia (Porta a Mare) – Comune di Portoferraio

Intervengono:
Doriana Castaldi: introduzione e benvenuto
Franca Rosso: imprenditoria elbana al femminile nel 2015
Eliana Zinno: Zelia poetessa e nonna
Enrica Zinno: Zelia dall’Elba dei velieri a giornalista, scrittrice, imprenditrice e femminista ante litteram

§

“Canti dell’Elba” di Zelia Tonietti
http://www.phasar.net/catalogo/libro/canti-dellelba

cop_canti_elba_phasarZelia Tonietti nasce a Rio Marina nel 1891, in una famiglia di antica tradizione marinara. Del paese natio ha la solidità e la schiettezza, la semplicità dei modi e dell’espressione, l’amore profondo per la sua Isola, struggente e intenso in tutte le poesie.
Ricca è la produzione in versi e in prosa. Significativi questi Canti dell’Elba, in riedizione a circa 50 anni dalla morte avvenuta nel 1959, a Torino.
Poetessa, scrittrice, giornalista – collabora a riviste e dirige “Selva”, periodico di cultura – è femminista ante litteram e ha dell’amata Isola una visione prospettica obiettiva e lungimirante, come spesso accade ai poeti.
Attenta a cultura e arte, al sociale e al lavoro, ha nel cuore l’evoluzione delle donne, specie le elbane.

In un suo articolo si legge:
Io che avevo dovuto allontanarmi dall’Elba e che vedevo ogni giorno fiorire in città operose del Continente il vasto campo della grande e piccola industria, pensavo alle creature della mia Isola, che avrebbero potuto trarre da un lavoro artigiano un onesto guadagno, anziché considerare con disprezzo“ il lavoro per gli altri”… e molte giovani passavano le giornate curve sui telai a lavorare solo per sé! Allora provai quasi un senso di ribellione verso queste concezioni della nostra gente… e scrissi il primo articolo di una serie, su un giornale di Genova di “Difesa sociale”, ma le consorelle dell’Elba non arrivarono a sentire la mia voce, né a seguire il mio esempio quando mi iscrissi all’artigianato di Genova.
Da quel lavoro, fatto su vasta scala, sorsero in virtù di amoroso zelo, gradatamente, nuclei di lavoratrici che trovarono nei “ricami d’arte” fonte di soddisfazione e di guadagno. Rimase nel mio cuore la pena di non aver potuto creare nuclei di lavoratrici elbane… rompere l’incantesimo della vita contemplativa… Ragione di più per far ciò ora, che l’isola è diventata turistica… Turismo significa anche evoluzione e civiltà. Il lavoro artigiano sarà proficuo specie per la donna, che potrà accudire ugualmente alla casa. Estendere l’industria artigiana all’Elba vorrà dire, per l’avvenire, pane e ricchezza.

Io e mia sorella bambine riviviamo il suo passo svelto e deciso, lo sguardo fiero, la fantasia inesauribile, la bellezza consapevole e la nostra gioiosa emozione nell’esserle accanto.

Grazie, nonna. Eliana ed Enrica

“Canti dell’Elba” di Zelia Tonietti
http://www.phasar.net/catalogo/libro/canti-dellelba
Prezzo: 9,00, ISBN: 978-88-6358-203-1, PAGINE: 82, Anno pubblicazione: 2013, Genere: Letteratura e Poesia

Scarica l’anteprima del libro in formato PDF
http://www.phasar.net/docs/estratto_canti_elba.pdf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...